giovedì 10 dicembre 2015

il meglio e il peggio dei remake Disney

Cenerentola (Kenneth Branagh, 2015) – questo remake in live action è molto più profondo ed emozionante del film d’animazione del 1950 a cui si ispira. La fiaba rimane pressoché intatta, quello che cambia è il modo in cui vengono raccontati i personaggi, soprattutto la protagonista, eroina gentile non più descritta come una debole, bensì come la più forte di tutti. La sua forza è la bontà, perché “dove c’è bontà, c’è magia”. Stupendo.

Maleficent (Robert Stromberg, 2014) – remake/spin-off che stravolge la storia della Bella addormentata nel bosco e, a mio avviso, non regge il confronto con l’incantevole classico d’animazione Disney del 1959. Mi piace l’idea di raccontare come e perché la fata Malefica sia diventata cattiva, ma spiegare subito dopo come e perché torni a essere buonissima mi sembra una forzatura. L’unica cosa che salvo è l’interpretazione di Angelina Jolie.

Nessun commento:

Posta un commento